Lo scorso 19 luglio si è svolto in versione totalmente digitale l’XI congresso SISIO che ha visto, tra le relazioni di altissimo livello, il passaggio di consegne tra la Presidente uscente Olivia Marchisio e la nuova Presidente Silvia Sabatini.

Una giornata all’insegna dell’aggiornamento, ma anche della presa di coscienza del fondamentale ruolo dell’Igienista Dentale nel percorso di crescita del bambino, a partire dalla gravidanza della donna.

Ed è proprio in questo contesto che l’Igienista Dentale rappresenta un elemento cardine, deve avere un approccio a 360 gradi e occuparsi non solo della rimozione dei fattori eziologici delle patologie del cavo orale, bensì:

– motivazione e istruzioni di igiene orale personalizzate

– intercettazione di problematiche di cui una mamma o futura mamma deve essere consapevole,

– capacità di riconoscere disturbi come le apnee notturne o le malocclusioni e quindi la possibilità di inviare i pazienti per approfondimenti diagnostici dagli specialisti.

Un bagaglio di informazioni e skills che è necessario sviluppare e aggiornare costantemente perché come ha detto il Prof. Luigi Paglia durante la sua eccezionale lectio magistralis:

Prof Luigi Paglia

Questo è un concetto che è stato ampiamente evidenziato in un recente lavoro sul Lancet dove l’odontoiatria, sotto esame, è stata bocciata perché troppo attenta agli aspetti terapeutici e troppo poco in quelli preventivi.

The Lancet

 E chi sono i protagonisti della prevenzione con il paziente?

Gli Igienisti Dentali.

E la prevenzione cos’è secondo Gianna Maria Nardi?

Nella sua relazione al XI Congresso SISIO ha chiarito bene un concetto importante:

“la prevenzione è terapia”

La prevenzione è quindi costruire un progetto personalizzato per il nostro paziente basato sui suoi bisogni. Ecco perché è così importante avere conoscenze trasversali e renderci indispensabili all’interno del Team odontoiatrico.

Il concetto di squadra

Il concetto di squadra è emerso in tutte le relazioni che si sono susseguite. Non è possibile non fondere le competenze tra i vari membri dello studio dentistico, se si condivide una missione comune: ottenere e mantenere nel tempo la salute del cavo orale dei nostri pazienti.

Se Marzia Segù ci ha magistralmente spiegato quanto la nostra figura rappresenti una Sentinella per l’intercettazione delle problematiche relative alle apnee ostruttive del sonno nei bambini (15-20% dei bambini russa e il 2-4% OSAS), Valentina Lanteri ha chiarito ogni dubbio sull’importanza dell’ortodonzia intercettiva, la cui prima fase è di competenza proprio dell’Igienista Dentale.

SISIO Working Group

Durante la giornata di lavori è stato presentato anche il risultato del gruppo di lavoro

“Approccio clinico, organizzativo e gestionale al paziente pediatrico”

iniziato un anno fa a Bologna e di cui i colleghi hanno prodotto un memorandum suddiviso per fasce d’età da poter utilizzare nella pratica in studio. Un documento prezioso non solo per il clinico, ma anche per motivare il genitore alla prevenzione con raccomandazioni dalla gravidanza fino ai 16 anni, spunti per strutturare il ciclo di igiene in gravidanza e focus sulle principali problematiche riscontrabili in età pediatrica, come ad esempio le black stains.

Il pdf con le schede è disponibile e scaricabile iscrivendosi alla versione ondemand del congresso fino ad agosto.

La cariologia e le conoscenze sulle dinamiche di demineralizzazione e remineralizzazione devono essere tra le skills di un Igienista Dentale attento e completo e Consuelo Sanavia, nella sua relazione  ha spiegato magistralmente quanto possiamo fare proprio noi per invertire e bloccare il processo carioso. I protocolli operativi di cui ha parlato sono incentrati non solo sulla motivazione, ma anche sull’aumento dei fattori protettivi.

“Siamo immersi in un mondo di zuccheri. Abbiamo bisogno di un cambio di paradigma per prevenire la patologia cariosa.”

A chiudere la giornata di lavori, chi se non Annamaria Genovesi, poteva parlarci di quanto sia importante saper accogliere il cambiamento nella nostra pratica clinica?

Il microbiota è il primo regalo al momento della nascita. La parola d’ordine per prevenire è saper mantenere il sistema in equilibrio guidando il paziente attraverso la terapia pro attiva per potenziare ciò che l’organismo ha già.

Una giornata motivante, degna di una Società che vanta tra i propri valori quello di lavorare per una maggiore autonomia culturale dell’Igienista Dentale.

Non ci resta che fare un grande in bocca al lupo alla neopresidente Silvia Sabatini, che ha un ruolo importantissimo: svegliare dal torpore tutti quegli Igienisti Dentali che ancora non hanno capito che il nostro lavoro va ben oltre la mera rimozione di placca e tartaro.

Redazione

Ricordiamo a tutti che è possibile fruire dei contenuti della giornata di lavori in modalità ondemand:

https://corsiecmts.tueorservizi.it/event/37/showCard