Come ci sono arrivata? Di cosa mi occupo all’interno del team?

Ho iniziato a frequentare l’ambulatorio di Igiene Orale e Prevenzione dell’ A.S.S.T. Lariana quando ero ancora all’Università con un tirocinio fuori sede grazie al Responsabile dell’U.O. Semplice di CMF Pediatrica ed alla mia caparbietà.

Questo mi ha dato la possibilità di realizzare il mio più grande sogno: aver cura della salute del sorriso dei pazienti fragili.

Al TedX ho raccontato la mia storia:

Al conseguimento della Laurea in Igiene Dentale non ho mai smesso di frequentare l’ambulatorio e ho trasformato il tirocinio in frequenza volontaria.

Questo è stato un periodo splendido, che mi ha permesso di approfondire e studiare tantissimo e che è terminato a fine 2012.

Dal 2013 ho un contratto di consulenza che mi permette di lavorare lì 8 ore alla settimana, di continuare a formarmi sul campo e di studiare le malattie genetiche rare in relazione al cavo orale. Negli anni ho studiato la LIS e la CAA per potermi relazionare anche con quei pazienti che non usano il canale verbale, ma che hanno molte cose da dire e che vale la pena ascoltare.

L’ambulatorio di Igiene Orale e Prevenzione è nato per garantire a tutti i pazienti fragili che accedono al Reparto le cure di prevenzione primaria del cavo orale:

– Prime visite: a volte in sala d’attesa, a volte in macchina nel parcheggio… si fa quel che si può;

  • Ambientamento alla poltrona (vedi sopra);
  • Sedute di Istruzione e Motivazione soprattutto del Care Giver;
  • Igiene Orale Professionale;
  • Sigillature di solchi e fossette;

In più:

  • Preparazione di materiale informativo per famiglie e specialisti (un tempo cartaceo, oggi ci stiamo evolvendo e usiamo un po’ più la tecnologia);
  • Supporto al team – due mani in più fanno sempre comodo;
  • Collaborazioni a progetti con il Dipartimento Materno Infantile
  • 3 tesi: 1 di Laurea e 2 di Master.

Ho l’enorme fortuna di lavorare in un team di Professionisti che credono fermamente nella figura e nel ruolo degli igienisti dentali considerandoli dei pari e non dei semplici gratta denti.

Questo mi permette di acquisire conoscenze anche trasversali alla nostra figura che mi permettono di intercettare precocemente situazioni potenzialmente critiche e di poter inviare tempestivamente il paziente allo specialista di riferimento. Questo vuol dire studiare, studiare e ancora studiare; vuol dire frequentare corsi singoli all’ università o corsi di formazione anche non rivolti agli ID per apprendere il più possibile. Questo a volte si trasforma in una passione che ti porta ad intraprendere un percorso parallelo con Laurea Magistrale, ma questa è un’ altra storia.

Dott.ssa Francesca Andrusiani