Il 9 e 10 Luglio 2021 a Roma si è svolto il XII Congresso nazionale SISIO. 

In un periodo ancora incerto per l’organizzazione di congressi in presenza causa pandemia, tutto il direttivo SISIO si è messo in gioco organizzando un evento in sicurezza per tutti i suoi partecipanti. 

Noi di Tartaro abbiamo partecipato volentieri, perché la voglia di ritrovarsi dal vivo e ricominciare a condividere esperienze era tanta.

Trovate un breve video del nostro week end a Roma qui.

SISIO Società dell’Igiene Orale è la prima società scientifica dedicata interamente agli igienisti dentali.

E’ nata nel 2007 con lo scopo di produrre e promuovere lavori scientifici per aumentare l’autonomia culturale della nostra professione. 

Il congresso nazionale riassume tutto il lavoro svolto in un anno dalla presidente Silvia Sabatini, dal direttivo e dai soci. Un bel momento per elevare la professione dell’igienista dentale da un ruolo secondario e subordinato, al ruolo di protagonista indiscusso della prevenzione della salute del cavo orale e delle malattie a esso correlate.

La programmazione della prima giornata congressuale è stata ricca di approfondimenti.

La prima parte è volata grazie ai partecipanti al working group annuale di SISIO. Il tema dibattuto è stato sugli effetti a breve e lungo termine dei diffusi energy drink a livello sistemico. Circa una ventina di igienisti dentali soci SISIO si sono alternati presentando il lavoro di un anno, che hanno svolto dietro le quinte, di ricerca, raccolta dati e infine di realizzazione di protocolli operativi efficaci per contrastrare gli effetti negativi di queste bevande sempre più diffuse tra la popolazione. 

I colleghi hanno raccontato il loro progetto, nato non senza difficoltà organizzative, visto che è stato un lavoro fatto da un team di igienisti provenienti da tutta Italia in piena pandemia. Ma il risultato è stato un approfondimento davvero interessante su un argomento troppo poco dibattuto presentatoci dalla Prof.ssa Mattioli che ha spiegato e discusso i risultati del working group.

In due giorni di congresso si sono alternati dibattiti, relazioni, interviste di igienisti, ricercatori, professori, professionisti sanitari tutti con il fine comune di sviluppare competenze utili alla gestione di diverse condizioni cliniche, vivendo appieno l’interdisciplinarietà per la nostra professione. 

Si è infatti parlato di correlazioni sistemiche con il Prof. Luzi , di gestione dello stress per i professionisti sanitari nell’era Covid con il Dott. Vernarelli, di quello che possiamo fare per i nostri pazienti speciali con il Dott. Di Michele e la Dott.ssa Mancini. Abbiamo ascoltato interventi interessanti come quello della Prof.ssa Ottolenghi su lesioni dello smalto e disordini alimentari, quello del Prof. Romeo sulle patologie gengivali non placca dipendenti e quello della Dott.ssa Fulgenzi che ha raccontato interessanti curiosità sulla degustazione e il gusto. 

Ci sono stati workshop sull’utilizzo delle nuove tecnologie e delle nuove molecole per la nostra professione offerti ai partecipanti da importanti aziende come Curaprox, Coswell, Innovares e Sunstar. 

Tutto questo fitto programma è stato intervallato da piacevoli interviste alle pietre miliari della nostra professione e di SISIO, la Prof.ssa Nardi, la Dott.ssa Sanavia e la Prof.ssa Genovesi, che si battono sempre per il futuro della professione. 

Una novità che abbiamo trovato interessante è stata il Question Time.

Sisio ha infatti raccolto, nel periodo antecedente al congresso, sulle sue pagine Social, le domande che gli igienisti dentali volevano porre alle Dott.sse in ostetricia Benati e Galli sulla promozione della salute orale nella donna nelle sue varie fasi della vita. Le risposte sono state date durante la giornata congressuale. Un vero esempio di collaborazione tra professionisti sanitari. 

La presidente e il suo direttivo hanno anche pensato a non escludere chi non ha potuto partecipare in presenza, per via delle limitazioni dei posti o delle complicazioni date dalla pandemia, dando la possibilità a chiunque di seguire live il congresso e di poter partecipare attivamente comodamente da casa.

Chi ha partecipato al congresso ha sicuramente raccolto insegnamenti importanti. Uno sguardo al futuro fatto di autonomia, collaborazione e innovazione, sapendo di poter fare qualcosa di più i propri pazienti. 

Sono stati due giorni intensi per il futuro della nostra professione. La scelta, seppur rischiosa, di creare un evento in presenza alla luce della situazione critica mondiale si è rivelata vincente. 

Ma non è finita, SISIO è già al lavoro con il nuovo programma 2021-2022, il working group si sta formando, verrà presentato a fine Settembre e inizierà ufficialmente il 27 novembre 2021.

Chi ha piacere di partecipare può iscriversi qui.

Non vediamo l’ora di sapere quali saranno i risultati il prossimo anno!